Come superare un tradimento

Da piccoli abbiamo ascoltato molte storie e favole piene di “a lungo e felicemente” e  “insieme per sempre”. Crescendo, speriamo che sia veramente così anche per noi: una sola persona per tutta la vita. Purtroppo, però, la realtà è molto lontana dalle favole e le coppie devono affrontare una miriade di problemi.

Uno dei più difficili da superare è essere traditi dal proprio partner. Non starò qui a schizzare veleno sul traditore, dato che ha avuto i suoi motivi. Forse si pente, forse no, ritenendo di aver agito nella maniera giusta.
Il discorso sarà sulla persona tradita. Cosa fare se avete scoperto che la persona che amate vi ha tradito? Come andare avanti quando tutto è distrutto? Come recuperare l’armonia interiore?

All’inizio… in nessuna maniera. Difficilmente riuscirete a guardare subito la vita con piena fiducia nel proprio futuro e credere totalmente in un amore pulito e perfetto.

Dieci cose da non fare per superare un tradimento

Dato che è praticamente impossibile per un essere umano trovare un modo istantaneo di superare il dolore di un tradimento, bisogna armarsi di pazienza e sapere che la ferita sarà aperta abbastanza a lungo.
A qualcuno si rimargina prima, a qualcuno dopo, a qualcuno mai del tutto. Quindi una delle cose fondamentali da capire è che il dolore ci potrebbe far fare cose molto stupide.
Evitate di fare queste dieci cose e sarete già sulla buona strada della guarigione.

  1. Non reprimete le emozioni.
    Se amavate molto la persona che vi ha tradito, nonostante la crudeltà del gesto, il sentimento non se ne potrà mai andare in fretta. Non abbiate paura di ammettere a voi stessi cosa provate per l’altra persona. Rabbia, nostalgia, amore o odio, non importa. Ricordate che siete un essere umano e non un robot. Emozioni represse e non capite in tempo potrebbero crearvi molti brutti scherzi in futuro.
  2. Non vergognatevi di piangere.
    Date un’uscita alle emozioni negative. Piangete tanto quanto sentite sia necessario. Che sia in presenza di un amico/a fidato/a o da soli, sappiate che insieme alle lacrime usciranno il dolore ed il rancore.
  3. Non abbiate paura di essere deboli.
    Il tradimento è un bel colpo all’anima anche per le persone più forti. Sicuramente non c’è alcun bisogno di raccontare a tutti i passanti del vostro dolore lamentarsi dell’ex, ma datevi del tempo per “digerire” la sofferenza, senza rimettervi subito la maschera da persona felice.
  4. Non affondate il dolore nell’alcool.
    Senza alcun ombra di dubbio è il metodo prediletto della maggior parte delle persone per risolvere il problema di una ferita al cuore. La prima cosa che viene in mente ad una persona dopo una botta così pesante è di prendersi una sbronza colossale per non essere pi in grado di percepire il dolore.
    Ma pensateci seriamente. Non sarà ancora peggio al vostro risveglio? Il dolore non sarà li ad aspettarvi con la stessa (o maggiore) intensità?
  5. Non affidatevi cecamente ai consigli.
    E’ impossibile tenersi tutto dentro quando si tratta degli affari di cuore, senza condividere le proprie emozioni ed i propri pensieri con qualche persona di fiducia. Ma non sperate che la persona risolva il problema al posto vostro.

    Per quanto si possa sforzare di dare un buon consiglio, un’altra persona potrà fare affidamento solo sulla propria esperienza. Quindi ascoltate tutti, ma traete le vostre conclusioni da soli.
  6. Non abbiate fretta di tuffarvi in nuovi legami se non avete risolto tutto con quelli vecchi.
    Scontrandosi col tradimento, una persona tende a voler scappare il prima possibile dalla sofferenza di una ferita aperta e recuperare l’equilibrio graie ad un’altra persona.
    Per questo molti cercano di dimenticare il vecchio legame instaurandone subito uno nuovo.
    Ma questo non è per niente saggio, dato che il nuovo arrivato dovrà portare insieme a voi il bagaglio di sofferenze che vi portate dentro.
    Se sentite di non aver ancora trovato del tutto il vostro equilibrio interiore, non cercate nuovi orizzonti. State da soli per un po’ e datevi del tempo per rimettervi in sesto.
  7. Non abbiate paura di chiedere un po’ di supporto.
    Tutti hanno bisogno di un appoggio nei momenti più duri, per questo sarebbe abbastanza saggio chiederlo. Se avete persone di fiducia che vi capiscono senza troppe parole e vi offrono l’appoggio di cui avete bisogno, bene.
    Altrimenti non abbiate timore di farlo capire, anche esplicitamente, magari scherzandoci su.
    A qualcuno potrebbe sembrare strano, ma è per questo che ci sono i veri amici ed i familiari.
  8. Non cercate di capire tutto e subito.
    Datevi il tempo di “raffreddarvi”, raccogliere i pensieri insieme ed affrontare la questione a mente lucida, poichè questa non lo sarà per un bel po’.
    Non risolverete nulla se tenterete di risolvere istantaneamente il problema, anzi, potreste peggiorare le cose.
    Non abbiate fretta ed imparate ad aspettare pazientemente.
  9. Non cadete nell’odio o nell’automortificazione.
    In un tradimento ci sono sempre due parti: voi e l’ex. Il 100% della responsabilità non può essere nè di uno nè dell’altro. Quindi non odiate chi vi ha tradito, perchè potrebe essere andata diversamente se vi foste comportati in altro modo.
    Allo stesso tempo, non vi automortificate. Non avete tutte le colpe perchè l’altra persona è libera di fare le proprie scelte e queste non possono dipendere completamente da voi.
    Cercate semplicemente di capire dove avete commesso degli errori e ricordatevene in futuro.
  10. Non cercate di vendicarvi.
    Anche se spesso e volentieri viene voglia di rispondere con dolore al dolore, non perdete il controllo. Siate superiori e non fatevi trascinare giù.

    Invece di sprecare il vostro tempo ad escogitare intricati piani di vendetta, usatelo per cambiare voi stessi e la situazione in meglio. Leggete dei libri di crescita personale, frequentate dei corsi, provate lo yoga, l’importante è che la vostra mente sia indirizzata al miglioramento.
    La consapevolezza che siete molto cambiati in positivo vi darà grandi soddisfazioni.

Questi dieci “NON” sono semplicemente dei consigli alle persone che si trovano a dover sopportare la sofferenza di un tradimento.
Le conseguenze si potrebbero far sentire anche a distanza di anni, quindi prendetela con filosofia ed accettate il fatto che farà male.
Ciononostante, i dieci consigli summenzionati vi potranno aiutare a rimettervi in carreggiata e tornare “in salute” quanto prima.

Qualora non siate stati traditi ma vorreste essere sicuri che il vostro partner vi è fedele, potete sempre fare affidamento sui servizi di monitoraggio mobile.
Scaricando una semplice app sul cellulare del vostro partner, sarete in grado di rilevare tutte le chiamate, i messaggi di testo, quelli della app di messaggistica, le foto, i video e tutti gli altri dati presenti sul telefono (anche dopo che sono stati cancellati).

Checchè se ne dica, in realtà è un modo molto pratico per stare tranquilli riguardo al proprio partner, non perdere tempo tra paranoie e dubbi e concentrarsi sull’amare la propria dolce metà.
Date un’occhiata al mio blog, se siete interessati a servizi di sicuro affidamento e aziende che operano in questo settore da anni.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *